Macrobiotica

La dieta macrobiotica fa capo all'omonima filosofia e quindi anche a uno stile di vita d'ispirazione orientale, in quanto è stata pensata sul modello di quella dei monaci Zen. Si tratta quindi di un regime alimentare che si basa sulla contrapposizione delle forze opposte ma complementari dello Yin e dello Yang.

L'ideatore è stato un giapponese di nome Yukikazu Sakurazawa, conosciuto in occidente come George Ohsawa e che è morto nel '67. La dieta macrobiotica è tendenzialmente ispirata al consumo di prodotti naturali vegetali e al rifiuto di tutto quelli di produzione industriali che contengono conservanti, coloranti, edulcoranti, ecc. Esistono quindi cibi consentiti e cibi completamente vietati che vedremo di seguito.

Secondo i suoi teorizzatori la dieta macrobiotica è ideale per avere una vita longeva e gli alimenti appartengono alle due forze Yin e Yang. Fanno parte dello Yin per esempio tutti i cibi acidi, molto dolci, amari, aromatici mentre allo Yang appartengono i cibi poco dolci, salati, e che non sono molto piccanti.

La dieta macrobiotica deve essere quindi impostata preferendo cibi come i cereali integrali, soprattutto quelli sotto forma di chicchi che sono alla base. Vanno bene quindi il riso (basmati, dolce, a chicchi allungati, ecc), il mais, il grano saraceno, il farro, ecc. I cereali quindi rappresentano la metà di ogni pasto. Il 30% circa del resto di ogni pasto invece è rappresentato dalle verdure, soprattutto quelle di stagione sia cotte che a crudo, ma anche dai legumi, da carni bianche e pesce (possibilmente azzurro). La carne e il pesce devono essere soltanto una parte minima della dieta macrobiotica (circa il 10%) e può essere mangiata massimo 2 volte a settimana. Infine non deve mancare la frutta anche in questo caso di stagione che può essere sostituta da alghe o da altri dessert che però non devono essere a base di latte e suoi derivati. Tra gli alimenti considerati tabù dalla dieta macrobiotica ci sono infatti proprio i latticini.

Per quanto riguarda quindi la prima colazione è preferibile il te ma non deve contenere zucchero bianco in quanto raffinato e nemmeno miele. Il consiglio è quello di sostituirlo con lo zucchero di canna. Si possono mangiare anche i cereali in fiocchi ma sempre integrali, ma è da escludere il muesli. Tra le verdure da preferire ci sono sicuramente quelle che fanno parte della stessa famiglia dei cavoli ma sono tassativamente da evitare quelli che invece fanno parte delle cosiddette Solanacee (patate, pomodori, melanzane, peperoni, ecc). Ci sono quindi alimenti da evitare sistematicamente e tra questi non bisogna dimenticare anche i funghi. Da questo quadro emerge che la dieta macrobiotica è effettivamente molto statica, monotona e che sono più gli alimenti da evitare che quelli che da ingerire. Tra i cibi che non si possono mangiare ci sono anche le carni rosse e comunque la parte grassa ma anche tutti gli insaccati.

Per chi ama mangiare la pizza bisogna ricordare che, contenendo sia la mozzarella che il pomodoro, è da considerarsi una pietanza del tutto eccezionale, allo stesso modo dell'uovo che è concesso praticamente pochissime volte in un anno. Il consiglio è quello di acquistare prodotto di origine biologica e anche per quanto riguarda la farina e il pane, devono essere rigorosamente integrali. Per quanto riguarda i condimenti il sale può essere usato solo a crudo e durante la cottura potete sostituirlo con il "gomasio". Limitare anche il consumo di olio extravergine di oliva.

La dieta macrobiotica è anche uno dei rari regimi alimentari dove è consigliato bere poco.

TiBioNa Italia © 2001 - 2019 - Bongiovanni Srl - Via case molino di Pogliola 2 - Villanova Mondovì - Cn - Tel. 0174 060007 Cell. 366-6260162- Rea CN 111928 - Cap. Soc. 50.000€ i.v - P.IVA e C.F 00602720047